Dal mattone alla comunità nell’era digitale”. Parola d’ordine: ricostruire – Meeting con esperti del settore per la ricostruzione strutturale e sociale post-sisma

Dal mattone alla comunità nell’era digitale”. Parola d’ordine: ricostruire.

Meeting con esperti del settore per la ricostruzione strutturale e sociale post-sisma

Dopo il grande successo dello scorso anno ritorna l’iniziativa “dal Mattone alla Comunità  future games of Umbria #2”, prevista per il giorno 1 febbraio 2019 a partire dalle ore 09.30 presso il cinema Postmodernissimo a Perugia. L’evento, realizzato anche quest’anno dal Consorzio Itaca in collaborazione con Coopfond ed il patrocinio di Regione Umbria, Comune di Perugia e  Legacoop Umbria, ospiterà personaggi istituzionali ed esperti del settore per riflettere sul futuro dell’Umbria sia in termini di ricostruzione del tessuto sociale nei luoghi colpiti dal sisma dell’ottobre 2016 sia per affrontare le tematiche legate all’ efficienza della comunicazione in situazioni di rischio. Parteciperanno la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, Edi Cicchi, Assessore ai Servizi Sociali, Famiglia, Edilizia Pubblica e Pari Opportunità del Comune di Perugia, Virginia Fossatelli di Legacoop Umbria, Daniele Pampanelli, docente presso Istituto Italiano Design, IID Perugia, la giornalista Cristiana Mapelli ed il fotografo Marco Giugliarelli. Altri protagonisti della giornata saranno i giovani degli istituti superiori Umbri che hanno accettato di partecipare alla sfida dei “Future Games of Umbria #2”, ossia la realizzazione di un progetto video o fotografico o teatrale in cui gli studenti immaginano come trasportare i valori dell’Heritage culturale materiale ed immateriale nel futuro dell’Umbria. “Crediamo sia importante il coinvolgimento dei giovani futuri cittadini in una logica di sguardo al futuro e di crescita di una consapevolezza e di appartenenza” afferma Matteo Ragnacci, presidente del Consorzio Itaca.

La giornata avrà come tema portante quello della comunicazione e quindi della sua importanza nel traghettare contenuti sia a possibili clienti ma anche di dare informazioni precise e puntuali alla popolazione locale ed ai media. In questo contesto sarà toccata anche la tematica relativa alle piattaforme cooperative che soprattutto nei luoghi del terremoto umbro potrebbe coadiuvare il lavoro delle cooperative di comunità dotando quei luoghi di strumenti web in grado di produrre economia diffusa.

Ufficio Stampa Legacoop Produzione Servizi Umbria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *