Home arcs

percorso di navigazione arcsFreccettaComunicazioniFreccettaArchivio NewsFreccettauniverso Legacoop_337c6453-950a-4e13-bd13-84cd03acbacf
Condividi in Facebook i contenuti di questa pagina Invai la pagina ad un amico Pagina Stampabile

Sostegno alle aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive: bando FESR

05/06/2018 | Marisa Alunni

 Sostegno alle aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive: bando FESR

Sul Bollettino ufficiale n. 26 parte III del 29 maggio è stato pubblicato un avviso pubblico di Sviluppumbria S.p.A. per la realizzazione di interventi di sostegno alle aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive, finalizzati alla mitigazione degli effetti delle transizioni industriali sugli individui e sulle imprese; il bando dà attuazione alla linea di azione 3.1.1 del POR FESR.

L'opportunità è rivolta alle micro, piccole e medie imprese di produzione e servizi alla produzione e alle società di capitali tra professionisti, a fronte della realizzazione di progetti di investimento localizzati nell’area di crisi Terni-Narni (comprendente 17 Comuni umbri: Acquasparta, Amelia, Arrone, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Ferentillo, Giove, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montefranco, Narni, Otricoli, Penna in Teverina, Polino, San Gemini, Stroncone e Terni).

Gli interventi finanziabili riguardano i programmi di investimento produttivo diretti alla realizzazione di nuove unità locali e all’ampliamento e/o riqualificazione di unità locali esistenti.

Nell'ambito dei progetti sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • opere murarie e assimilate (acquisto edifici, costruzione, ampliamento, ristrutturazione, ecc.) e infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari impianti ed attrezzature (anche quelli funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Impresa 4.0”);
  • programmi informatici (anche connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0»).

L'agevolazione, a fondo perduto, è pari al 20% delle spese ammissibili per le piccole imprese e al 10% per le medie imprese, elevate rispettivamente al 30% e al 20% in caso di localizzazione in zona 107,3,c). In caso di opzione per il regime "de minimis" l'agevolazione è pari al 25%, senza distinzione di localizzazione e di dimensione dell'impresa.

Le domande possono essere presentate a partire dal 2 luglio e fino al 17 settembre 2018.


 
Colonna DX