Home arcs

percorso di navigazione arcsFreccettaComunicazioniFreccettaArchivio NewsFreccettauniverso Legacoop_337c6453-950a-4e13-bd13-84cd03acbacf
Condividi in Facebook i contenuti di questa pagina Invai la pagina ad un amico Pagina Stampabile

BANDO N.4 Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia | INSIEME PER UN WELFARE DI COMUNITA'

10/04/2018 | Marisa Alunni

 Si informa che la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha pubblicato il Bando di erogazione n. 4 del 2018 nel settore Volontariato, Filantropia e Beneficenza: “INSIEME PER UN WELFARE DI COMUNITÀ | IDEE E PROGETTI”.

 

FINALITÀ

 

Sperimentare “forme nuove di intervento” che permettano alla Fondazione stessa di concorrere alla creazione di sistemi di “governo comunitario” e di erogazione dei servizi che siano in grado di integrare in modo virtuoso, in una logica di sussidiarietà, le risorse pubbliche e private disponibili promuovendo progettualità e sperimentazioni che diano impulso a forme innovative di welfare territoriale e di comunità.

 

 

Soggetti ammissibili

 

Soggetto proponente + partnership composta da almeno n. 3 soggetti.

 

Il soggetto proponente dovrà essere una Organizzazione senza scopo di lucro, costituita da almeno 1 anno, con sede legale e ricaduta progettuale in uno dei seguenti Comuni:

Assisi, Montone, Bastia Umbra, Nocera Umbra, Bettona, Norcia, Bevagna, Paciano, Cascia, Panicale, Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno, Città della Pieve, Perugia, Collazzone, Piegaro, Corciano Pietralunga, Costacciaro, Preci, Deruta, Scheggia e Pascelupo, Fossato di Vico, Scheggino, Fratta Todina, Sigillo, Gualdo Tadino, Spello, Gubbio, Todi, Lisciano Niccone, Torgiano, Magione, Tuoro sul Trasimeno, Marsciano, Umbertide, Massa Martana, Valfabbrica, Monte Castello di Vibio.

 

I tre partner obbligatori dovranno appartenere, coerentemente con il contenuto dell’idea progettuale, a queste categorie di soggetti:

• Servizi Pubblici (servizi sociali, servizi culturali, servizi anagrafici, servizi educativi…);

• Azienda USL;

• Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;

• Organizzazioni senza scopo di lucro;

• Organizzazioni for profit.

Inoltre verrà valorizzato il coinvolgimento di gruppi informali.

 

Ogni componente del partenariato obbligatorio potrà partecipare ad una sola idea progettuale.

 

 

AZIONI PRIORITARIE D’INTERVENTO

 

• attivare percorsi di co-costruzione, con i cittadini e le organizzazioni presenti nel territorio, dei bisogni e dei problemi intorno ai quali il progetto realizzerà azioni e interventi (co-costruzione dei problemi e dei bisogni);

• progettare azioni e interventi che nel rispondere a dei bisogni e nel fornire servizi, sperimentino forme di coinvolgimento e compartecipazione della comunità locale (coprogettazione e co-gestione delle azioni e degli interventi);

• realizzare interventi che attivino e sostengano relazioni di prossimità e di auto mutuo aiuto nella comunità (sviluppo di capitale relazionale e sociale);

• realizzare azioni e interventi che valorizzino le risorse esistenti e sostengano la costruzione di risposte collettive, multi attoriali e multi professionali, ai bisogni e alle necessità della comunità, attraverso anche investimenti di competenze, tempo, disponibilità da parte dei cittadini e di tutti i soggetti coinvolti (attivazione di risorse);

• sperimentare nuove forme di collaborazione pubblico/privato (profit e non profit), coinvolgendo aziende, associazioni di categoria, fondazioni private e di comunità e costruendo forme di governance nell’ottica della corresponsabilità e dell’integrazione di competenze e responsabilità, anche in sinergia con progetti di welfare aziendale.

 

L’intervento oggetto delle idee progettuali dovrà realizzarsi nell’arco di tempo di due anni.

 

 

ENTITÀ CONTRIBUTO

 

La quota richiesta alla Fondazione dovrà essere compresa tra i 200.000 ed i 400.000 euro, a cui andrà aggiunto un cofinanziamento minimo del 20% dell’importo di progetto;

• il cofinanziamento, composto da risorse umane e/o materiali e/o finanziarie, potrà essere assicurato dal Soggetto Proponente e/o dagli Enti partner; in quanto parte integrante del piano economico del progetto, andrà rendicontato analiticamente come previsto dal Manuale di Rendicontazione;

• sul presente bando il cofinanziamento potrà essere composto, parzialmente, dalla valorizzazione dell’impegno volontario, sino ad una concorrenza massima del 10% del costo di progetto;

• non saranno ammessi costi per acquisti di immobili e attività di ristrutturazione;

• saranno ammessi costi per acquisto di arredi, macchine, attrezzature con un limite di incidenza del 30% sul costo totale del progetto.

 

Stanziamento totale: € 2.000.000,00

 

 

SCADENZE

I progetti dovranno pervenire improrogabilmente entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 11 maggio 2018.

Si precisa che entro le ore 18.00 del giorno 11 maggio 2018 dovrà esse inviato, pena l’inammissibilità, il “Modello Scheda” firmato e scannerizzato.

 

La modalità di presentazione delle domande di contributo prevede l’accreditamento del Soggetto richiedente al portale ROL (Richieste e Rendicontazione On Line), raggiungibile tramite apposito collegamento presente sul sito internet www.fondazionecrpg.com, nella sezione “bandi e contributi” - “richieste di contributo”.

L'accreditamento, qualora non già effettuato, deve avvenire entro il 4 maggio 2018.

 

Il processo di selezione è strutturato su due passaggi:

• una prima fase in cui i partenariati che si costituiranno svilupperanno le idee progettuali che saranno accolte e valutate da una apposita Commissione;

• una seconda fase in cui i partenariati prescelti dovranno sviluppare, attraverso uno specifico percorso guidato dalla Fondazione, le progettazioni esecutive.

 

In allegato alla presente si inoltra il Bando, per tutte le altre informazioni si rimanda al sito della Fondazione al seguente link: http://www.fondazionecrpg.com/richieste-di-contributo/


 
Colonna DX