Home arcs

percorso di navigazione arcsFreccettaComunicazioniFreccettaArchivio NewsFreccettauniverso Legacoop_337c6453-950a-4e13-bd13-84cd03acbacf
Condividi in Facebook i contenuti di questa pagina Invai la pagina ad un amico Pagina Stampabile

Agevolazioni per gli investimenti produttivi nei territori del centro Italia colpiti dal sisma

10/07/2018 | Marisa Alunni

Agevolazioni per gli investimenti produttivi nei territori del centro Italia colpiti dal sisma

Con Decreto del 10 maggio 2018, pubblicato sulla GURI n. 142 del 21/06/2018, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha approvato i criteri per la concessione di agevolazioni in conto capitale alle imprese che realizzino o abbiano realizzato, a partire dal 24 agosto 2016, investimenti produttivi nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpite dal sisma del centro Italia.

L'opportunità è rivolta alle imprese di tutti i settori produttivi, a fronte dell'effettuazione di nuovi investimenti produttivi, anche finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all'ampliamento di unità produttive esistenti, nei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016, dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016 e dal sisma del 18 gennaio 2017.

Nell'ambito degli investimenti sono ammissibili i seguenti costi:

  • il suolo aziendale e le sue sistemazioni;

  • le opere murarie ed assimilate nonché le infrastrutture specifiche aziendali, inclusi l'acquisto o la realizzazione di nuovi immobili o l'ampliamento di immobili esistenti, purché strettamente funzionali al ciclo produttivo caratteristico dell'impresa;

  • i beni materiali ammortizzabili di qualsiasi specie funzionali al ciclo produttivo caratteristico dell'impresa;

  • i brevetti e gli altri diritti di proprietà industriali funzionali al ciclo produttivo caratteristico dell'impresa;

  • i programmi informatici esclusivamente connessi alle esigenze di gestione del ciclo produttivo caratteristico dell'impresa;

  • per le sole piccole e medie imprese, i costi relativi all'acquisizione di servizi di consulenza connessi al programma di investimento produttivo.

Alle imprese beneficiarie può essere concesso un contributo in conto capitale secondo una delle seguenti opzioni:

  • pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili entro il limite massimo di contributo e nel rispetto delle condizioni previste dai Regolamenti "de minimis";

  • ai sensi dei Regolamenti di esenzione, con le intensità di aiuto ivi previste a seconda della dimensione di impresa e della localizzazione dell'investimento per le singole tipologie di costi ammissibili, nel rispetto delle condizioni previste dai medesimi regolamenti;

  • le imprese che hanno già avviato l'investimento possono ricevere l'agevolazione solo ai sensi dei Regolamenti "de minimis".

I Vice Commissari competenti per il sisma nei singoli territori, con propri provvedimenti pubblicati sui Bollettini Ufficiali regionali, provvederanno a dettagliare i requisiti di ammissibilità, le condizioni di partecipazione, le cause di inammissibilità e di esclusione. Le imprese potranno presentare domanda a seguito di tali provvedimenti.

 


 
Colonna DX